Giovane mamma muore dopo aver mangiato un piatto di gamberi

Refka Dridi lascia il marito e il figlio di otto mesi.

Refka Dridi
Dal profilo Facebook di Refka Dridi

Quello che doveva essere un momento di relax e spensieratezza si è trasformato in una vera e propria tragedia. A perdere la vita una giovane mamma dopo aver mangiato un piatto di gamberi. È morta Refka Dridi, la ragazza di origini tunisine, palermitana d’adozione, entrata in coma a seguito di uno shock anafilattico. Il fatto risale a due giorni fa, quando è stata ricoverata al reparto di terapia intensiva. A nulla sono valsi i tentativi di soccorrerla.

27 anni, lascia il marito e il figlio di otto mesi. Impiegata a Bagheria, in provincia del capoluogo siciliano, nel ristorante I Pupi dello chef stellato Tony Lo Coco, la sua morte ha provocato una commozione generale, espressa soprattutto sui social.

LEGGI ANCHE: Padre salva i suoi figli dall’annegamento e muore

«Un fulmine a ciel sereno che non ha lasciato scampo. La nostra Refka, volto sorridente del ristorante I Pupi, è stata colpita da una fatalità che l’ha strappata ai suoi familiari, agli amici e al suo lavoro. Ogni parola che scriviamo pesa come un macigno dinnanzi a un destino talmente beffardo che nel volgere di pochissimo tempo l’ha strappata alla vita»: ha scritto la moglie del titolare.

E ancora: «Rimarranno sempre nel nostro cuore il suo sorriso, la sua discreta eleganza, la sua bellezza mediterranea, la solarità dei suoi occhi, la fiducia che il suo sguardo trasmetteva, la voglia di essere brava nello svolgere la sua attività, sempre con precisione e garbo».

«Noi eravamo legati a lei e lei a noi. Lei continuerà a far parte della famiglia de I Pupi e noi custodiremo la sua presenza nei nostri ♥️ Grazie Refka per aver fatto un percorso della tua breve vita accanto a noi. Laura e Tony». Una storia che ha dell’incredibile quella di una giovane mamma che muore dopo aver mangiato un piatto di gamberi. Di quegli avvenimenti che ci fanno capire quanto la vita sia imprevedibile.

LEGGI ANCHE: Contrae un’infezione in una vasca idromassaggio e rischia l’amputazione della gamba.