Giovanna Botteri risponde a Striscia la Notizia: “Non abbiamo mai fatto baruffa”

Dopo tante polemiche e le accuse di body shaming, la corrispondente da Pechino chiude il caso con l’eleganza che la contraddistingue.

Giovanna Botteri

«Per fortuna non dobbiamo fare la pace, perché non abbiamo mai fatto baruffa, non abbiamo mai litigato, neanche con Striscia e Gerry Scotti»: comincia così il video di Giovanna Botteri che risponde a Striscia la Notizia. Il sorriso sempre stampato sulle labbra, uno sguardo luminoso e fiero: quello di una professionista dedita al suo lavoro, con le proprie certezze e alla quale non interessano certe sterili diatribe.

LEGGI ANCHE: Pomeriggio Cinque, un uomo si abbassa i pantaloni in diretta (VIDEO)

Giovanna Botteri risponde a Striscia la Notizia dopo il post su Instagram di Michelle Hunziker che, rivolgendosi direttamente alla giornalista, cerca di fare chiarezza circa le intenzioni del tg satirico e dei suoi conduttori. Il caso è scoppiato il 28 aprile e non è tardata ad arrivare una lettera aperta pubblicata dal sindacato dei giornalisti Rai.

«Cara Michelle, io non sono sui social, né su Facebook, né su Instagram. Poi qui in Cina è molto difficile collegarsi, così c’è voluto del tempo prima che vedessi il tuo video e ti rispondo solo adesso: per fortuna non dobbiamo fare la pace»: dice la corrispondente per il servizio pubblico.

E poi: «Perché la satira è libertà, ci aiuta a ridere, a discutere, a confrontarci e a volte mette modelli differenti di donne e uomini a confronto, per esempio nei modi diversi di approcciarsi alla vita. Quindi io vi ringrazio di cuore e non posso che abbracciarvi e augurare a Michelle tutto il bene possibile».

Il videomessaggio, mandato in onda ieri sera a Striscia la Notizia, ha chiuso definitivamente la vicenda. Forse, come aveva anche suggerito Giovanna Botteri, bisognerebbe mettere in atto un dibattito contro il body shaming in generale, come fenomeno. E punire chi crede che dietro il monitor di un computer si possa dire qualsiasi cosa, magari sfogando la propria frustrazione contro chi ha certamente di meglio da fare che dare conto a opinioni discutibili e sterili.

LEGGI ANCHE: Fare l’amore può proteggere dal Coronavirus?