Gli va di traverso un pezzetto di mela e resta paralizzato

È successo a un bambino mentre si trovava in un asilo nido. La reazione dei genitori.

Un pezzo di mela è andato di traverso a un bambino mentre si trovava in un asilo nido e le conseguenze sono state terribili: ora ha difficoltà a parlare e a deglutire e non camminerà mai più.

Neihana Renata di Rotorua, Nuova Zelanda, aveva 14 mesi quando è avvenuta la tragedia.

Tutto è successo così in fretta e in maniera inaspettata da non permettere a nessuno degli insegnanti di reagire prontamente.

A ogni bambino erano stati dati piccoli pezzetti di mela come spuntino ma un insegnante ha notato che Neihana aveva problemi a respirare. Purtroppo, ogni tentativo di togliere presto il pezzetto del frutto è stato inutile e il bambino è andato in arresto cardiaco per 30 minuti, durante i quali il cervello non ha ricevuto ossigeno sufficiente, causando, perciò, gravi danni.

I genitori di Neihana hanno scelto di raccontare la storia sui media per avvertire sui pericoli di determinati alimenti per i bambini. Inoltre, stanno sensibilizzando sulle misure appropriate per rendere le scuole più sicure e per evitare incidenti futuri.

Ora, per aiutare un bambino che sta soffocando, in primo luogo, è necessario verificare se sia cosciente o meno. Se non lo è, bisogna eseguire immediatamente la RCP (Rianimazione CardioPolmonare) e capire se si può rimuovere l’ostruzione. Se il bambino, invece, è cosciente ma non può respirare, allora bisogna attivarsi in maniera diversa.

Cosa fare quando un bambino di età inferiore a 1 anno non respira?

  • Tenere il bambino a faccia in giù con l’avambraccio appoggiato sul ginocchio. Mantenere il busto del bambino più alto della testa;
  • Con la mano libera, dare al bambino cinque schiaffi sulla schiena tra le scapole;
  • Girare con attenzione il bambino rivolto verso l’alto, sostenendo la testa e il collo. Se l’elemento di blocco non è ancora fuoriuscito, si passa alla fase successiva;
  • Tenere il bambino su una superficie stabile (può ancora essere l’avambraccio appoggiato sul ginocchio). Posizionare due o tre dita al centro dello sterno del bambino e spingere rapidamente fino a cinque volte;
  • Ripetere le fasi degli schiaffi sulla schiena e spingere fino a rimuovere il blocco.

Leggi anche: un uovo al giorno fa bene ai neonati. Lo dice la Scienza.