Governo M5S – PD, Salvini a Di Maio: “L’ho sentito in difficoltà”

Il commento del leader della Lega dopo il voto sulla piattaforma Rousseau.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini.
Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Duranta la conferenza stampa in cui Luigi Di Maio ha annunciato l’esito del voto sulla piattaforma Rousseau, il leader del M5S si è rivolto anche a Matteo Salvini con queste parole: “Non credo che potrà lamentarsi in futuro di cosa faremo. Come farà a lamentarsi delle cose che faremo al governo se ci poteva stare anche lui e ha deciso di mettersi da parte?“.

E, poco dopo la comunicazione del risultato, c’è stata una diretta sui social media proprio dell’ormai ex collega di governo leghista.

Per Salvini “il governo delle poltrone dura poco, non possono scappare dal voto per sempre. A testa alta, pronti a difendere gli Italiani e a tornare a vincere! Onore e dignità valgono più di 100 ministeri“.

E ancora: “Il partito nato per combattere la casta diventa più casta della casta. Sentivo Di Maio in difficoltà. Per essere un presunto vincitore non mi sembra avere il viso e il fisico del vincitore. E poi continuava con i no, hanno detto no al petrolio e a i nuovi termovalorizzatori. Pd e M5s si dicono a vicenda ‘mi fate schifo’, ma l’importante per loro è non andare a votare. Perché se per caso andiamo a votare vince la Lega“.