Grande Fratello VIP, Elisa De Panicis su Salvo Veneziano: “Mi sentivo troppo gli occhi addosso”

Le parole della concorrente del Grande Fratello VIP sul siciliano squalificato da Mediaset.

Il Grande Fratello Vip riparte con la terza puntata. Alfonso Signorini, conduttore di questa edizione, comincia subito ad affrontare il tema che ha tenuto banco per tutta la settimana: la squalifica di Salvo Veneziano a causa delle parole definite ‘sessiste’ nei confronti della concorrente Elisa De Panicis.

Alfonso Signorini nella terza puntata GFVIP
Alfonso Signorini nella terza puntata GFVIP

La parola va subito alla modella che afferma: «Mi sentivo troppo gli occhi addosso. Sono andata a cambiarmi». La psicologa Barbara Alberti, incalza e afferma «preludio allo stupro».

Michele Cucuzza: «Trovo gravissimo tutto quanto. Sono convinto che un programma come il Grande Fratello possa dare un contributo importante perché si superi questa cultura da condannare».

La scena torna dai tre concorrenti, Patrick, Sergio e Pasquale, rei di non aver fermato Salvo durante il suo discorso. Signorini quindi si domanda: «Com’è possibile che abbiate riso di queste scempiaggini?». La risposta di Sergio “l’Ottusangolo”: «È un tormentone ironico che lui (Salvo) utilizza da anni». Poi interviene Patrick: «Abbiamo cercato di redimerlo. Fa parte di se quel modo di scherzare». Infine la parola passa a Wanda Nara che dallo studio afferma: «Sono un po’ sotto shock… nessuno di loro chiede scusa».

Dopo un inizio scoppiettante la palla passa al protagonista della vicenda, Salvo Veneziano, che interviene in studio e dice:

«Sicuramente avete visto il video di quello che ho detto, pensavo di fare il simpatico, di far ridere i miei compagni ma non c’era niente da ridere. Non intendevo offendere nessuno e sono qui per chiedere scusa a tutte le persone che ci guardano da casa, chiedere scusa al genere femminile, chiedere scusa alla ragazza. Io stavo scherzando, non mi sono reso conto. Ho sbagliato, sono qui per chiederti scusa. Ci metto la faccia. Io non sono quella persona lì».

Infine, Signorini propone ai tre concorrenti storici di passare del tempo all’interno di un centro anti violenza. Pasquale Laricchia, però, non sembra essere d’accordo e non ci sta ad essere associato alla figura dell’uomo violento.