Grave lutto per Romano Prodi, morto in un incidente il pronipote di 18 anni

Dramma a Bologna per la famiglia dell’ex premier.

Romano Prodi
Romano Prodi

Dramma per Romano Prodi e la sua famiglia. Il pronipote dell’ex premier, 18 anni, è morto oggi, venerdì 27 febbraio, all’ospedale Maggiore di Bologna a causa delle gravi ferite riportate in un incidente con la bicicletta avvenuto ieri tra via di Barbiano e via degli Scalini.

Matteo frequentava l’ultimo anno del liceo scientifico Fermi e, come si apprene da Repubblica.it, aveva già superato il test per entrare alla Facoltà di Ingegneria: era il figlio di Giovanni e Mariangela, nipote di Vittorio e pronipote di Romano.

Come riportato dall’Ansa, Matteo era il maggiore di sei fratelli e abitava con la famiglia in via Siepelunga dove era un assiduo frequentatore della parrocchia di Sant’Anna, oltre a fare parte dell’Azione Cattolica.

Stando a quanto pubblicato su Repubblica, il 18enne si trovava sulla sella della sua bici quando è stato investito da un’auto che procedeva nel senso opposto. Soccorso dai sanitari del 118, Prodi è stato ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale maggiore di Bologna dove è deceduto stamane.

La bicicletta e l’auto sono state sequestrate dalla Polizia Locale. Indagini in corso per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Don Mario Fini, parroco della Chiesa, lo ha ricordato così: «Un ragazzo gioioso e al tempo steso mite, che sapeva stare con tutti».

Nonno di Matteo è Vittorio Prodi, fratello di Romano ex presidente della Provincia di Bologna dal 1995 al 2004, nonché deputato del Parlamento europeo con l’Ulivo.

Stando a quanto si è appreso, la famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi del giovane chek, in questi giorni si trovava a casa, per via della chiusura delle scuole.