Greta Thunberg e il viaggio in treno: la polemica con Deutsche Bann

Cos’è successo tra l’attivista ambientale e la società ferroviaria tedesca.

Greta Thunberg contro le ferrovie tedesche. Se si potessero associare le notizie giornalistiche a dei titoli da film, a volte ne uscirebbe la migliore ironia possibile. Ma questo è un caso serio, che coinvolge la donna dell’anno e una istituzione in crisi. Nel mezzo le persone vere. Quelle reali. Che viaggiano, lavorano e che non hanno popolarità e voce.

Greta Thunberg fa ritorno a casa, ma il treno tedesco è pieno e lei twitta la sua foto seduta per terra tra le valigie, con scritto: «Viaggio su un treno sovraffollato attraverso la Germania e finalmente torno a casa». E fin qui tutto bene, la 16enne ambientalista ieri ha preso le ferrovie e non l’aereo per limitare l’impatto del suo viaggio sull’inquinamento ambientale, perno della sua battaglia. E come molti giovani non si è formalizzata non trovando posto, e si è seduta a terra, l’importante in fondo è rientrare nella natia Svezia dopo oltre quattro mesi di viaggio per terra e per mare.

 

Ma il tweet non è andato a genio alle Deutsche Bahn, la società ferroviaria tedesca che cura la tratta da Francoforte ad Amburgo, che ha riconosciuto il pavimento del suo vagone nella foto di Greta.

Ne è nato un battibecco tra l’adolescente capace di scuotere l’Onu, e la società tedesca, che ha replicato sempre su Twitter: «Cara Greta, grazie per il tuo sostegno agli impiegati delle ferrovie nella nostra lotta contro il cambiamento climatico. Siamo contenti che sabato hai viaggiato con noi sul treno ICE 174» ad alta velocità. Poi aggiungendo la stoccata: «Sarebbe stato più gentile se avessi anche citato il modo amichevole e competente in cui sei stata trattata dal nostro personale in prima classe».

LEGGI ANCHE: Ambra Lombardo: “Non faccio più la professoressa”.

Greta Thunberg.

La Thunberg, che in fatto di risposte sui social non si fa pregare (la scorsa settimana era stata criticata da Donald Trump, e lei aveva ribattuto prontamente al presidente americano), ha commentato il seccato tweet delle ferrovie tedesche spiegando che il suo treno da Basilea era stato annullato, e che aveva dovuto sedersi a terra su due treni, prima di trovare un posto in prima classe a partire da Goettingen, e assicurando: «Questo naturalmente non è un problema e non ho mai detto che lo fosse».

Infine, Greta ha chiuso la polemica aggiungendo che «i treni sovraffollati sono un ottimo segno perché significa che la richiesta di viaggi in treno è alta!». La Deutsche Bahn da parte sua non ha smentito il racconto della giovane e il fatto che non abbia trovato posto prima di Francoforte, metà strada del tragitto per andare da Basilea ad Amburgo.

LEGGI ANCHE: Di plastica o naturale? Qual è l’albero più ecologico?