Gualtieri, nuovo ministro all’Economia: “Il Reddito di Cittadinanza sarà confermato”

Intervistato da Repubblica, il ministro ha parlato anche di flat tax, quota 100 e delle 80 euro di ‘Renzi’.

Roberto Gualtieri (da Repubblica).

Roberto Gualtieri, neo ministro all’Economia di quota PD, ha assicurato che il reddito di cittadinanza “sarà confermato” dal governo ‘giallorosso’ ma ci sarà “una verifica del suo funzionamento insieme alle parti sociali“.

Gualtieri, invece, ha bocciato definitivamente la Flat Tax, uno dei punti fondamentali del programma della Lega: “Archiviata, non la faremo mai“.

Gualtieri, intervistato da Repubblica, ha spiegato anche il perché: “Dava tanto a chi ha di più, mentre noi siamo il governo degli asili nido, degli investimenti e della riduzione delle imposte ai più deboli. Era ingiusta, sbagliata, insostenibile e incostituzionale perché violava la progressività, oltretutto alla base del modello sociale europeo insieme al welfare“.

A proposito, poi, di quota 100 (un altro cavallo di battaglia leghista), il ministro ha affermato: “In un quadro di risorse scarse l`intervento sulle pensioni andava fatto in modo diverso; ma è sbagliato modificare costantemente le regole del gioco in materia previdenziale. Quota 100 ha una durata triennale e l`orientamento è lasciare che vada a esaurimento“. Insomma, dal 2022 si cambierà ancora una volta.

Gualtieri ha, infine, confermato che le 80 euro di renziana memoria resteranno in vigore, mentre “il tempo degli scontri con l’Europa è finito, si apre una fase nuova. l’Italia torna ad essere protagonista in Europa, riprende il ruolo che le spetta come Paese fondatore che ha delle idee, imposta la sua visione dell’Ue come percorso per migliorare, cambiare, renderla più adatta ad affrontare le sfide del nostro mondo“.

Leggi anche: Lorenzo Fioramonti: “Tassiamo voli, bibite gassate e merendine”.

Da SaluteLab: Mangiare funghi può aiutare anche a prevenire e a contrastare il cancro, ecco perché.