Guarda Sky senza pagare: multato e condannato a 4 mesi

Attenzione furbetti del telecomando! Da oggi chi guarda i canali Sky senza pagare rischia carcere e multa. Lo ha deciso la Cassazione che ha condannato un palermitano di 52 anni a 4 mesi di reclusione e al pagamento di una ammenda di 2mila euro.

Il palermitano è stato condannato ai sensi dell’articolo 171 octies della Legge sulla Protezione dei Diritto d’Autore (L.633/41) “per aver installato un apparecchio con decoder regolarmente alimentato alla rete Lan domestica ed internet collegato con apparato Tv e connessione all’impianto satellitare così rendendo visibili i canali televisivi del gruppo Sky Italia in assenza della relativa smart card“.

 

A nulla sono valsi i tentativi dell’uomo di giustificare l’assenza in casa della smart card dicendo di aver acquistato sul web i codici di decodifica.

Secondo la Cassazione era evidente “la finalità fraudolenta del mancato pagamento del canone Sky”.

Questo reato si chiama “card sharing” (era stato depenalizzato nel 2000 ma ha poi ripreso rilevanza penale nel 2003) e consiste nell’acquistare i codici per vedere i programmi criptati da una terza persona che li vende illecitamente a prezzi più convenienti.

Uomo avvisato.