Guidare in ciabatte: si può o scatta la multa?

Quello che c’è da sapere sul tipo di scarpe che possono essere indossate quando ci si trova al volante.

donna alla guida
Immagine Pxhere

Guidare con le infradito o, addirittura, in ciabatte è proibito? Oppure può essere regolarmente fatto? Il caldo incombe, le temperature si alzano giorno dopo giorno e specie se si vuole andare al mare la domanda diventa quasi un cult di ogni estate. È vietato? Se fermano scatta la multa? Oppure è tutto regolare e non si avrà alcun tipo di problema? Proviamo a mettere ordine, distinguendo tra ‘regole per sentito dire’ e norme ufficiali.

Innanzitutto una risposta a chi teme di doverci rimettere di tasca propria: nessuna multa, si può stare tranquilli. Il motivo? Piuttosto semplice. Il Codice della strada non comprende, al suo interno, nessun tipo di prescrizione o di divieto sul tipo di scarpa da indossare. Si può guidare sia calzando una scarpa chiusa sia portandone una aperta. Siete liberi di scegliere la calzatura che più vi si addice.

ciabatte

LEGGI ANCHE: Violentata mentre stava facendo jogging in una pista ciclabile

Naturalmente, regola di buon senso vuole che si guidi indossando una scarpa comoda, non ingombrante, così da permettere eventuali sollecitazioni istantanee dei piedi che agiscono tra acceleratore, freno e frizione. Evitate le scarpe con le zeppe, quelle con tacchi a spillo o comunque molto alti. Meglio non correre rischi, per sé ma anche per l’incolumità degli altri. La prudenza in questo senso non è mai troppa.

Si può guidare in ciabatte, sandali, infradito, zoccoli e affini? Vale lo stesso principio. Indossiamoli pure, purché siamo in grado di guidare assicurando la sicurezza del mezzo. Persino a piedi nudi è possibile guidare, tuttavia potrebbe essere sconsigliato per motivi igienici, da tenere in debita considerazione specialmente in un periodo delicato come quello attuale, con la pandemia da Covid a scandire le abitudini delle nostre giornate. Meglio fare attenzione.

In caso di incidente, infatti, l’assicurazione potrebbe rivalersi sull’automobilista che ha scelto di indossare una scarpa aperta o un paio di ciabatte. E in caso di danni ingenti, posto il fatto che il bene primario resta la sicurezza di tutte le persone che si trovano per strada, il conto potrebbe essere piuttosto salato. Volendo offrire un consiglio: meglio evitare.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Zangrillo: “Stop agli estremismi”