Ha molestato un 16enne sul tram, confermata condanna per un prete

La Corte di Appello di Messina ha confermato la condanna di primo grado a 3 anni.

prete

È stata confermata dalla Corte di Appello di Messina la condanna di primo grado a tre anni per il sacerdote Giuseppe Bonfiglio, 59 anni.

Il prete è stato accusato di violenza sessuale perché, 5 anni fa, avrebbe molestato su un tram un ragazzo di 16 anni.

Come si apprende dall’Ansa, i genitori del giovane, difesi dall’avvocato Giovambattista Frei, costituiti parte civile, intendono chiedere al vescovo di Messina che Bonfiglio sia rimosso dal ministero sacerdotale e ridotto allo stato laicale.

La coppia si era rivolta anche al vescovo La Piana che all’epoca dei fatti dispose il trasferimento del sacerdote a Patti.

Stando alle nuove direttive di Papa Francesco, il prete dovrebbe essere ridotto allo stato laicale e se ciò non dovesse accadere il vescovo rischia una sanzione.

Nel caso, poi, in cui le richieste dei due genitori non dovessero essere accolte dall’attuale vescovo, la vicende potrebbe finire davanti alla Suprema Sacra Congregazione del Sant’Uffizio.

Leggi anche: Orrore a Brescia, bambina violentata da 22enne.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: