Uccide la moglie, poi spara dal balcone di casa e si uccide

Uccide la moglie, spara dal balcone di casa causando il ferimento di cinque persone e poi si toglie la vita.

È successo a Bellona, comune in provincia di Caserta di poco più di 6 mila abitanti.

Un uomo di 47 anni, Davide Mango, una guardia giurata, si è affacciato dalla sua abitazione e ha cominciato a sparare verso la strada con un fucile, provocando il panico.

Il 47enne ha sparato contro chiunque si avvicinava al suo balcone.

La figlia è riuscita a fuggire, trovando rifugio in un supermercato vicino, urlando: “Mamma è a terra!”.

Nessuno dei feriti è in pericolo di vita, tra cui il comandante della stazione dei Carabinieri di Bellona, il capitano Crescenzo Iannarella, colpito da pallini di cartucce da caccia al volto e alle labbra

Una cinquantina di militari hanno tentato di far arrendere l’uomo che si era barricato in casa.

Poco prima dell’irruzione dei Carabinieri in casa, l’uomo si è sparato un colpo di pistola alla testa.

La moglie di Mango si chiamava Anna Carusone ed aveva 50 anni. A quanto pare, prima di essere uccisa, avrebbe minacciato il marito di lasciarlo.

Per quanto riguarda i feriti, tre sono stati condotti all’ospedale di Caserta, due sono stati medicati sul posto.

Come si apprende dal Corriere della Sera, in passato l’uomo era stato denunciato per alcuni episodi di violenza e in Paese erano noti i suoi atteggiamenti intemperanti con i vicini di casa.