Hostess con febbre su volo Ryanair, portata su mezzo in biocontenimento

L’hostess si trovava su un volo proveniente da Milano Malpensa e atterrato all’aeroporto di Catania.

Photo by Portuguese Gravity on Unsplash

L’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera del ministero della Salute (USMAF) ha attivato all‘aeroporto di Catania la procedura di biocontenimento per una hostess di un volo Ryanair proveniente da Milano Malpensa.

Ne ha dato notizia la SAC, società di gestione dello scalo etneo. La procedura è scattata su richiesta da parte del comandante in seguito al manifestarsi di forte mal di testa e febbre. La donna, dopo l’intervento sotto bordo dell’Unità di primo soccorso gestita dalla Ontario Srl, è stata trasportata dai medici Usmaf all’interno della sala arrivi extra Schengen dell’aeroporto di Catania, uno dei tre aeroporti sanitari del Paese, dove è stata sottoposta a controlli ulteriori.

LEGGI ANCHE: L’ordinanza del ministro Speranza: “No all’allentamento delle misure sui treni”

Successivamente è stata portata dalla Croce rossa su un mezzo in alto biocontenimento del ministero della Salute all’ospedale Garibaldi centro per altri accertamenti. L’assistente di volo è stata sottoposta a test sierologico, risultato negativo, ed è ricoverata in osservazione in attesa dell’esito del tampone.

«Sac ha immediatamente avviato la sanificazione delle aree all’interno delle quali è transitata la donna – ha spiegato l’azienda -. Anche l’aeromobile è stato sanificato».

Sono state attivate precauzionalmente, inoltre, le procedure di identificazione dei passeggeri del volo per il successivo contact tracing, in caso l’assistente di volo risultasse positiva al Covid-19.

LEGGI ANCHE: Coronavirus e migranti, per il ministro Boccia il problema non c’è.