I familiari di D’Orazio: “Stefano stava guarendo poi è arrivato il Covid-19”

La nota della famiglia del batterista dei Pooh.

«Ho perso una parte di me stessa, Stefano era la mia forza, il mio sorriso, mi mancherà tutto di lui».

Queste le parole di Tiziana Giardoni, la moglie di Stefano D’Orazio, il batterista dei Pooh che è morto ieri sera presso la struttura Columbus del Policlinico Gemelli di Roma, dove era ricoverato da una settimana.

Nel comunicato diffuso dalla famiglia si chiariscono anche le circostanze della morte di D’Orazio: «Stefano – spiegano i famigliari – era in via di guarigione da una patologia che stava curando da circa un anno e al lavoro su alcuni progetti che gli stavano molto a cuore, quando è risultato positivo al Covid che ha compromesso irrimediabilmente il suo stato di salute».

Tra i tanti messaggi di cordoglio anche quello della conduttrice Caterina Balivo su Twitter: «Avevi appena festeggiato un anno di matrimonio con Tiziana. Ricordo ancora i vostri occhi innamorati. È da ieri sera che continuo a ripetere a mio marito che non ci sei più, commossa da questa vita che scorre e sta solo a noi viverla come vogliamo. Stefano, ci mancherai».

LEGGI ANCHE: Morto Stefano D’Orazio, il ricordo di Bobo Craxi.