Comitato Media e Minori contro Barbara D’Urso e la sua Tv

La conduttrice accusata per una puntata trash di Pomeriggio 5.

Barbara D'Urso
Barbara D'Urso

La questione morale televisiva è aperta. E rischia di sfociare in una guerra che vede da un lato un’azienda televisiva privata, ergo teoricamente libera, dove però spesso si esagera. Dall’altro un comitato di persone influenti e spesso troppo moraliste. Il problema è quello di cercare una televisione normale e meno gridata e meno scandalosa ma deve tutto combaciare con il mondo degli ascolti, della pubblicità e dei soldi.

È un confronto fatto di accuse reciproche quella tra Barbara D’Urso e il Comitato Media e Minori. Barbara la conosciamo tutti. È la conduttrice di punta di Mediaset con i suoi programmi del pomeriggio, della domenica e talvolta della prima serata, dove sguazza tra tipi umani, gossip sfrenato e qualche sprazzo di cronaca da alti ascolti.

LEGGI ANCHE: Adriana Volpe contro la Rai: “Mi piange il cuore”.

barbara d'urso pomeriggio cinque

Raramente una notizia conforme e tonda ma è nel gioco della conduttrice e degli ascolti. Dall’altro lato i componenti del Comitato Media e Minori, uffiio di Confindustria collegato letteralmente con l’esecutivo di governo, che si occupa di applicare il codice per la tutela dei minori.

A presiederla Donatella Pacelli. Il resto della commissione è formata da Paolo Maria Ferri, Mihaela Gavrila, Iside Castagnola e Mario Cabasino in rappresentanza delle istituzioni. Per le emittenti tv e le associazioni di emittenza sono in carica Marcello Ciannamea (Rai), Maria Eleonora Lucchin (Mediaset), Carlotta Ca` Zorzi (La7), Rosario Alfredo Donato (Confindustria Radio Tv) e Alessia Caricato (Aeranti Corallo). Infine, per gli utenti e i telespettatori troviamo Giovanni Biondi, Vincenzo Brogi, Remigio Del Grosso, Massimiliano Padula ed Emilia Visco. Tutti loro hanno pubblicato un comunicato contro la tv trash e in particolare indicata è Barbara D’Urso.

Il riferimento è alla puntata di Pomeriggio 5 andata in onda il 15 e il 18 ottobre dove sarebbero, si legge, «stati e mandati in onda in fascia protetta delle immagini che tendono a svilire la figura femminile e che non sarebbero adatti a essere guardati da un pubblico di Minori».

LEGGI ANCHE: Capotreno aggredito a pugni da passeggero senza biglietto.

barbara d'urso si è fidanzata?

Il comitato si riferisce alle parole di Roger Garth a Manuela Ferrara. Entrambi Infatti, erano ospiti in studio e tra una battuta e l’altra la situazione è degenerata, con il più classico e stilizzato dei litigi televisivi.

Alle segnalazioni, in genere dovrebbero seguire delle multe fatte dal governo e delle sospensioni da parte dell’azienda. Ma deve tutto partire da una certa volontà. La D’Urso ha preferito non replicare, continuando a postare su Instagram tutto ciò che riguarda la sua vita, come se tutto questo non la coinvolgesse. Anche Mediaset sembra fare orecchie da mercante.

LEGGI ANCHE: Prurito in testa: cos’è, cause, rimedi e come si manifesta.