Identificati gli aggressori di Daisy

Sono stati identificati dai carabinieri di Moncalieri gli aggressori di Daisy Osakue.

Si tratta di tre ragazzi italiani, denunciati per lesioni e omissione di soccorso, che avrebbero agito per mera goliardia.

La giovane atleta è stata colpita ad un occhio dal lancio di uova la notte tra il 29 e il 30 luglio.

I tre giovani sono residenti a Vinovo, La Loggia e Moncalieri e – come si apprende da Ansa.it – sono stati identificati grazie a una complessa attività di indagine, che ha permesso ai Carabinieri di individuare la targa del Fiat Doblò da cui è partito l’uovo che ha colpito l’atleta azzurra.

Il proprietario dell’auto, accompagnato in caserma, ha spiegato che l’auto venisse usata spesso dal figlio 19enne.

Quest’ultimo ha quindi confessato almeno sette lanci di uova negli ultimi due mesi e ha fatto il nome dei due amici che, convocati in caserma, hanno ammesso le proprie responsabilità.