Igor il Russo, tempi lunghi per l’estradizione in Italia del killer

Si prevedono tempi lunghi per l’estradizione in Italia di Igor Il Russo, catturato in Spagna.

Sul killer di Budrio pendeva un mandato di arresto europeo.

Lo stop dovrebbe essere “fino al processo o fino all’esecuzione della pena” per gli omicidi commessi in Spagna.

Lo scrive l’agenzia EFE che cita fonti del Tribunale.

Norbert Feher, infatti, ha ucciso tre persone: due agenti della Guardia Civil spagnola e un agricoltore che stava accompagnando i poliziotti alla sua ricerca. Qui i loro nomi.

Già domenica 17 dicembre il serbo comparirà in videoconferenza davanti alla giudice Carmen Lamela che gli notificherà i crimini per cui è ricercato in Italia.

Igor Russo dopo l’arresto.

LA SODDISFAZIONE DEL MINISTRO MINNITI

Un ringraziamento alle autorità spagnole, all’Arma dei carabinieri e il pensiero va alle vittime di Budrio e a quelle di Spagna“.

Così il ministro dell’Interno Marco Minniti, a margine di un incontro sulla sicurezza che si è svolto a Rimini.

L’arresto, ha specificato il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, è avvenuto “in un’area che noi avevamo indicato“. “Con il ROS e i due comandi provinciali – ha aggiunto – eravamo in Spagna, ma anche in Austria e Serbia. Non abbiamo mai mollato un giorno“.

Il premier Paolo Gentiloni ha fatto le condoglianze al collega Mariano Rajoy per gli agenti e il civile uccisi.