Il Commissario Montalbano, Una voce di notte: trama e curiosità su Luca Zingaretti

Nuovo appuntamento con il Commissario Montalbano, alle 21.25, su Rai 1 con l’episodio Una voce di notte.

Nuovo appuntamento con il Commissario Montalbano, alle 21.25, su Rai 1 con l’episodio Una voce di notte.

Montalbano affronta il caso della tragica morte di una giovane donna, Mariangela Carlesimo, fidanzata di Giovanni Strangio, figlio di un politico locale. Qualcuno ha ucciso la ragazza con efferatezza e tutta la situazione sembra creata ad arte per mettere il commissario nei guai con la politica e decretare la sua fine professionale. Ma il commissario è come sempre più scaltro di chi vuole incastrarlo e porterà alla luce una squallida verità che svela quanto la giovane donna sia stata due volte vittima.

Protagonista assoluto della fiction è da sempre Luca Zingaretti, classe 1961, nato a Roma attore e fratello di Nicola, segretario del Partito Democratico e presidente della Regione Lazio.

In gioventù lo stesso Luca è stato impegnato in politica, militando nelle file del Partito di Unità Proletaria per il Comunismo.

All’età di diciassette anni entra nelle file della squadra di calcio del Rimini, ma abbandona la carriera sportiva dopo pochi mesi per entrare all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica.

Il Commissario Montalbano (Luca Zingaretti)

Nel 2004 si è separato dalla prima moglie, la giornalista e scrittrice Margherita D’Amico. Ha poi divorziato nel 2008. È sentimentalmente legato dal 2005 all’attrice Luisa Ranieri, conosciuta sul set della miniserie televisiva Cefalonia, e da cui ha avuto due figlie, rispettivamente nel 2011 e nel 2015; la coppia si era nel frattempo sposata il 23 giugno 2012, con rito civile, nel castello di Donnafugata, nel ragusano.

Era suo destino essere il Montalbano televisivo, visto che proprio all’Accademia di arte drammatica di Roma è stato allievo di Andrea Camilleri. Nella sua carriera non mancano una quantità infinita di fiction e film, ultimo dei quali la commedia italiana “Tuttapposto” che lo vede al fianco di Roberto Lipari.

Ma è con l’interpretazione del Commissario Montalbano che Zingaretti diventa una icona televisiva plurigenerazionale, ottenendo un ruolo che porta avanti da ormai vent’anni. Una interpretazione, che è riuscita andare oltre la purezza del personaggio letterario, che, nella descrizione di Camilleri, aveva dei colori olivastri molto siculi, i capelli e dei grandi baffi.

Quando la Rai scelse però Zingaretti nel ruolo del commissario, l’attore, dopo un incontro con Andrea Camilleri, ricevette subito la benedizione dello scrittore con la frase “Lui è perfetto”.

Le nuove puntate di una delle fiction italiane più longeve andranno in onda nel febbraio dell’anno prossimo, dal lunedì successivo al Festival di Sanremo. La prima, dopo la morte di Andrea Camilleri.

Video, il promo dell’episodia andato in onda per la prima volta nel 2013:

Leggi anche: Zingaretti: “L’addio di Matteo Renzi? Mi dispiace e credo sia un errore”.

Da SaluteLab: Latte artificiale nutriente come quello materno? La scoperta di uno studio.