Il Coronavirus uccide 12 suore negli Usa in pochi giorni: comunità sconvolta

Le vittime erano impegnate in un convento del Michigan: la loro scomparsa getta nello sconforto un’intera comunità

suore coronavirus
Credits: Felician Sisters of North America

Il Covid continua a mietere vittime e non risparmia neanche chi indossa l’abito talare. Nel Michigan, in piena America, il Coronavirus ha ucciso ben 12 suore nel giro di un mese. Gettando nello sconforto un’intera comunità, adesso impaurita da una possibile diffusione del Covid nei dintorni del monastero in cui vivevano le donne. Il tutto, mentre negli Stati Uniti l’emergenza continua, con più di mille morti ogni giorno e la decisione del presidente Donald Trump di indossare la mascherina.

Nello specifico, si tratta di un convento di suore feliciane di Livonia, cittadina a poca distanza da Detroit. E’ lì che le religiose operavano ed è lì che hanno preso il virus. Le vittime avevano tutte un’età compresa tra i 69 e i 99 anni. Una tredicesima vittima, inizialmente sopravvissuta al Covid, è poi scomparsa lo scorso mese di giugno.

coronavirus

LEGGI ANCHE: Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, via libera del Parlamento

Le suore era impegnate in attività diverse a sostegno della comunità: dall’insegnamento alla cura dei bambini a rischio, dalla musica alla pubblicazione editoriale. Un lavoro incessante, una missione di vita, spezzati improvvisamente dalla malattia che non ha lasciato scampo alle religiose, la cui morte ha lasciato un vuoto difficile da colmare.

Stando a quanto riportato dal portale Global Sisters Report, si tratterebbe della peggiore perdita in termini di vite umane per una comunità religiosa a partire dal 1918. Eppure all’interno del convento erano state adottate misure di contrasto al Coronavirus, purtroppo però non è bastato. Una dopo l’altra le suore sono state stroncate dal virus, cinico e inesorabile.

A perdere la vita, uccise dal Coronavirus, sono state 12 suore. Per prima se n’è andata Luiza Wawrzyniak di 99 anni. Quindi, una dopo l’altra, è stata la volta di Celine Marie Lesinski (92), Estelle Printz (95), Thomas Marie Wadowski (73), Patricia Pyszynski (93), Clarence Borkoski (83), Rose Mary Wolak (86), Janice Zolkowski (86), Alice Ann Gradowski (73), Victoria Marie Indyk (69), Martinez Rozek (87), Madeleine Dolan (82).

LEGGI ANCHE: Covid-19, Burioni: “Virus circola ed è pronto a ripartire come in Spagna”