“Il Covid-19 è una bufala”: fa una festa e si ammalano tutti (e muore la suocera)

A pagare il prezzo più alto la suocera dell’uomo, morta nonostante il ricovero in ospedale. Le motivazioni delle scelte ‘negazioniste’ risiedono nella politica.

coronavirus

«Il Covid è una bufala». Una storia divenuta tragedia, per via di raccomandazioni rifiutate e di scarse accortezze adottate. Rifiuto totale, nessun tipo di precauzione da prendere in considerazione. Il tutto mentre il Covid si andava diffondendo mietendo vittime in ogni parte del pianeta. Nel giro di qualche tempo, l’atteggiamento spavaldo ha lasciato spazio alla paura e al dolore.

La storia arriva dal Texas, dove un uomo durante il lockdown ha deciso di mettere al bando ogni regola, definendo il Covid «una montatura». Come se non bastasse, il capolavoro dell’autolesionismo: un party familiare. C’erano tutti: sorelle, parenti, amici, i suoceri, la nonna. Alla faccia di qualsiasi prescrizione, distanziamento sociale in primis.

L’occasione ludica si è trasformata in tragedia. Perché, col passare dei giorni, tutti i partecipanti si sono ammalati di Covid, lui compreso, mentre la suocera è stata quella che ha pagato il prezzo più alto: ad avere ragione è stato il virus, che le ha strappato la vita in modo impietoso. A nulla è valso il ricovero in ospedale e le conseguenti cure.

Tony Green
Tony Green, immagine tratta dal web

LEGGI ANCHE: Muore a 23 anni dopo una ferita alla gamba, era stato dimesso dal Pronto Soccorso

Il ‘negazionista’, termine che nelle ultime ore è entrato nella top ten delle espressioni linguistiche legate al Covid, si chiama Tony Green e ha 43 anni. Il party anti-virus ha avuto luogo lo scorso 13 giugno e nel giro di pochi giorni ha avuto come conseguenza quella di infettare tutti gli invitati. Sino alla tragica conseguenza.

Diceva: «Il Covid è una bufala». Green, repubblicano e sostenitore di Donald Trump, spiega così il suo (ex) punto di vista: «Mi ero convinto che il Covid fosse una fake news diffusa dai Democratici. Pensavo servisse per indebolire Trump e impedirgli di essere rieletto alla guida degli Stati Uniti». Una fidelizzazione politica che ha avuto estreme conseguenze.

Naturalmente le critiche nei suoi riguardi non sono mancate, anche con un pizzico di cinismo quantomeno poco elegante. Sarebbe decisamente più costruttivo riflettere e non sottovalutare gli effetti del Covid che continua a diffondersi senza soluzione di continuità. In attesa di un vaccino in grado di allontanare ogni paura.

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19, buoni risultati sui macachi.