Il dramma di Romano (PD): “Da 2 mesi non riesco a seppellire mio figlio”

Il deputato del PD ha attaccato la sindaca di Roma Virginia Raggi

«Virginia Raggi oggi sono 2 mesi che mio figlio Dario non è più con la sua mamma, con i suoi fratelli, con me. 2 mesi che non riusciamo a seppellirlo: Ama non dà tempi di sepoltura degni di una città civile. Anzi, non dà alcun tempo. La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande». Lo ha scriitto su Twitter il deputato del Partito Democratico Andrea Romano.

Simona Baldassarre, europarlamentare della Lega: «Altro che compleanno. La Roma della Raggi dovrebbe celebrare il suo funerale. È disumano, oltre ogni possibile comprensione, quanto denunciato su Twitter dal deputato del Pd, Andrea Romano: due mesi senza possibilità di seppellire suo figlio. L’Ama, non è una novità, non risponde sui tempi. E il Comune già più volte sollecitato anche da me sul caos delle cremazioni e tumulazioni, a Roma è rimasto silente. Una vergogna senza eguali! La devozione dei defunti trascende la religione perché caratterizza tutte le culture, di tutte le epoche e connota la nostra civiltà umana».

La leghista ha aggiunto: «Cara Raggi, i diritti delle persone valgono sempre. Si vergogni e si vergogni la sua Giunta. Che scriva una lettera di scuse destinata alle tante famiglie che, come quella di Romano, che specialmente da quando e’ scoppiata la pandemia devono affrontare tante emergenze, comprese questa. Con che faccia la Raggi pensa di ripresentarsi? Meglio che si dimetta subito. Ormai siamo diventati la Capitale del degrado a 360 gradi. Ad Andrea Romano e a tutte le famiglie che vivono lo stesso dramma, il mio più grande abbraccio».

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia: «Non ho parole. Non riesco nemmeno ad immaginare il dolore e la rabbia che due genitori possano provare davanti una tale vergogna. Solidarietà a voi e a quanti dovessero trovarsi in una simile situazione. Raggi intervenga immediatamente, tutto ciò è indegno e intollerabile».

La replica: «AMA è vicina alla famiglia Romano e a tutte le famiglie che in questo periodo hanno perso un proprio parente, un proprio caro. Il giovane figlio della cui prematura scomparsa ha dato notizia oggi il deputato Andrea Romano, è stato cremato il 15 marzo scorso con autorizzazione pervenuta ad Ama il 9 marzo. La salma era giunta al cimitero di Prima Porta il 23 febbraio e la domanda, a cura dell’agenzia funebre incaricata dalla famiglia, è stata presentata entro 5 giorni dal decesso». L’obiettivo «d’intesa con Roma Capitale», è quello di «riprendere anche le seconde sepolture (operazioni cimiteriali non urgenti, come la tumulazione dell’urna cineraria di questo caso), a partire da maggio».

LEGGI ANCHE: Confermato il coprifuoco dalle 22, la Lega non ci sta.