Il figlio di Beppe Grillo indagato per violenza sessuale di gruppo

Il reato sarebbe stato commesso lo scorso luglio.

Fulmine a ciel sereno in casa Grillo.

Il figlio di Beppe Grillo, il 19enne Ciro, è indagato per presunta violenza sessuale di gruppo, insieme con altri tre amici. I quattro ieri sono stati ascoltati dal pm titolare del fascicolo Laura Bassani e indiscrezioni vogliono che gli investigatori siano entrati in possesso di un video che li inchioderebbe e che avrebbero trovato nel cellulare di uno dei giovani.

Ma cosa è successo?

La procura di Tempio Pausania avrebbe aperto un fascicolo in seguito della denuncia di una modella scandinava che ha accusato il gruppo di averla violentata al termine di una serata finita nell’abitazione a Porto Cervo del leader del Movimento 5 Stelle. I ragazzi si sarebbero difesi dicendo che il rapporto con la ragazza è stato consenziente. I fatti risalirebbero allo scorso 16 luglio.

Secondo quanto riportato da ‘La Stampa’, i legali dei ragazzi sostengono che il racconto della modella presenti “debolezze”: il ritardo della denuncia (solo alla fine delle vacanze in Costa Smeralda) e la pubblicazione di foto della vacanza anche dopo la presunta violenza.

Gli investigatori, inoltre, stanno cercando di capire se la modella, al momento del rapporto sessuale, fosse sotto effetto di alcol o droga. Se così fosse, la giovane si sarebbe trovata in uno stato di minorata difesa e ciò costituirebbe una aggravante del reato di violenza sessuale.