TerzoWEB.com

Il Governo Conte bis incassa la fiducia alla Camera… ma al Senato? Ecco la situazione

Domani, al Senato, ci sarà il voto di fiducia. Non ci dovrebbero essere sorprese…

La Camera dei Deputati ha approvato la fiducia al governo Conte bis con 343 sì e 263 no. Gli astenuti sono stati 3.

Domani, martedì 10 settembre, al Senato il dibattito sulla fiducia avrà inizio alle 10 e durerà circa 10 ore.

La replica del Presidente del Consiglio è prevista alle 15.30 e le dichiarazioni di voto saranno trasmesse in diretta televisiva, mentre la votazione comincerà alle 17.

La vera ‘partita, comunque, si giocherà a Palazzo Madama dove, sulla carta, i sì al nuovo governo sono 169. Anche se difficilmente ci saranno sorprese.

Nel dettaglio, il M5S dovrebbe votare quasi all’unanimità la fiducia, dal momento che l’unico che ha annunciato di non essere d’accordo è Gianluigi Paragone. Tuttavia, non si sa se il giornalista voterà o no o semplicemente non parteciperà alla votazione. Quindi, i voti sicuri per l’esecutivo giallo-rosso sono 106.

Poi c’è il Partito Democratico: 51 o forse 50 in quanto Matteo Richetti in direzione aveva votato contro l’allenza.

Nel gruppo Misto, come riportato da Agi.it, ci dovrebbe essere il pienone: 9 su 9. Così come nelle Autonomie mentre Mario Monti, prima di dare la fiducia, ha fatto sapere che ascolterà prima cos’avrà da dire il premier.

Poi, per quanto concerne l’opposizione, i senatori che voterano no al governo M5S – PD saranno 139 (non 140 perché la Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, come da prassi non prenderà parte al voto).

Tra gli incerti, infine, figurano Emma Bonino, i tre senatori della SVP, i due ex sottosegretari del primo governo Carlo e Merlo e l’ex senatore del M5S Carlo Martelli. Non dimenticando i senatori a vita e la probabile assenza di Umberto Bossi.