Il marito le ha rasato i capelli perché non ha ballato davanti ai suoi amici

Asma Aziz
Asma Aziz.

Asma Aziz, di Lahore (Pakistan), ha suscitato indignazione in tutto il mondo dopo aver pubblicato un video sui social media in cui ha mostrato la testa rasata e il volto pieno di lividi.

Suo marito, Mian Faisal e sotto custodia della polizia anche se l’uomo ha negato di averla torturata.

Tuttavia, il caso sta spingendo a chiedere di più al governo pakistano per tutelare le donne dalla violenza domestica. In un tweet, ad esempio, Amnesty International ha affermato che è necessario “un cambiamento sistemico“.

Nel video, pubblicato il 26 marzo, Aziz ha raccontato che due giorni prima è stata torturata dopo essersi rifiutata di ballare di fronte agli amici del marito.

Mi ha tolto i vestiti di fronte ai suoi amici, mi ha rasato i capelli e mi ha procurato delle bruciature, i miei vestiti erano insanguinati, sono stata appesa a un ventilatore e ha minacciarto di impiccarmi nuda“, ha detto la donna.

Asma Aziz
Asma Aziz

Asma, come si apprende dalla BBC, ha affermato di essere andata alla Polizia per sporgere denuncia ma non è stata presa in considerazione. Soltanto dopo che il video è arrivato al vice ministro dell’Interno, Sheheryar Afridi, gli agenti si sarebbero mossi.

Faisal e un’altra persona sono stati arrestati il giorno dopo e un rapporto medico preliminare ha riscontrato la presenza di lividi, gonfiore e arrossamento sulle braccia, sulle guance e attorno all’occhio sinistro della donna.

Gli avvocati di Asma Aziz hanno chiesto che il caso entri nell’ambito della legge antiterrorismo anziché di quella consueta penale affinché la punizione sia più severa.

L’uomo si è difeso affermando che la moglie aveva cominciato a tagliarsi i capelli sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e che l’uomo, dopo avere assunto anche lui droga, l’ha aiutata a concludere il suo lavoro.

In Pakistan l’indice di disuguaglianza di genere delle Nazioni Unite nel 2016 colloca il Pakistan al 147° posto su 188 Paesi in base ai suoi pessimi risultati in materia di salute, istruzione, partecipazione politica e status economico delle donne.

La violenza contro donne lì è un problema serio. Gli attivisti sostegnono che le statistiche ufficiali non rivelano l’entità del problema perché molti casi non vengono segnalati.