Il patrimonio di Jeff Bezos per salvare l’ambiente

Il magnate di Amazon donerà dieci miliardi di dollari alla ricerca contro il cambiamento climatico. C’è però chi non ci sta e grida allo scandalo.

Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo, ha donato una cifra record, 10 miliardi di dollari, con lo scopo di sostenere la battaglia contro il cambiamento climatico. A detta del CEO di Amazon, questa scelta è stata fatta con lo scopo di dare il proprio contributo a quella che, secondo il suo punto di vista, è la più grande minaccia odierna.

Per dare qualche altro numero legato alla figura di Bezos, è il caso di ricordare che il suo patrimonio corrisponde a circa 127 miliardi di dollari.

La nascita di Bezos Earth Fund

Del nuovo progetto di beneficenza di Jeff Bezos si parla già da diverse ore sul web, sui social in particolare. Proprio con un post su questa piattaforma, il patron di Amazon ha annunciato la nascita di Bezos Earth Fund.

View this post on Instagram

Today, I’m thrilled to announce I am launching the Bezos Earth Fund.⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣ Climate change is the biggest threat to our planet. I want to work alongside others both to amplify known ways and to explore new ways of fighting the devastating impact of climate change on this planet we all share. This global initiative will fund scientists, activists, NGOs — any effort that offers a real possibility to help preserve and protect the natural world. We can save Earth. It’s going to take collective action from big companies, small companies, nation states, global organizations, and individuals. ⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣ I’m committing $10 billion to start and will begin issuing grants this summer. Earth is the one thing we all have in common — let’s protect it, together.⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣ – Jeff

A post shared by Jeff Bezos (@jeffbezos) on

LEGGI ANCHE: Il primo mantello di Superman venduto a quasi 200mila dollari

I fondi che verranno assegnati a scienziati, attivisti e organizzazioni non governative attive nella lotta al cambiamento climatico saranno messi a disposizione sotto forma di finanziamenti a fondo perduto. L’erogazione comincerà a partire dall’estate di quest’anno.

Molto importante è sottolineare che non si tratta di investimenti ma di vere e proprie donazioni da parte del magnate più ricco al mondo. Nel post pubblicato su Instagram, che ha ottenuto oltre 300mila like, Bezos fa un vero e proprio appello a grandi e piccoli aziende, Stati nazionali, organizzazioni globali e individui, invitando a fare la propria parte nella lotta ai cambiamenti climatici.

C’è chi non ci sta

La nuova iniziativa di Jeff Bezos ha ricevuto contestazioni da parte dagli esponenti dell’Amazon Employees for Climate Justice, che hanno sottolineato come il colosso del marketplace più famoso del mondo sia tra le principali realtà aziendali responsabili dell’effetto serra.

L’associazione sopra ricordata ha risposto all’appello di Bezos invitando il magnate a cambiare il proprio approccio aziendale. In che modo? Iniziando a dire addio ai contratti in essere con le compagnie petrolifere e a smettere di finanziare realtà come il  Competitive Enterprise Institute, gruppo conservatore che, da diversi anni ormai, fa pressione alla NASA per l’eliminazione dal suo sito di qualsiasi riferimento al cambiamento climatico.

LEGGI ANCHE: Bill Gates e lo jacht a idrogeno liquido da 590 milioni di euro