Il senso di ogni cosa: la nuova versione della canzone di Fabrizio Moro (VIDEO)

Voce, piano e chitarra regalano una ballad davvero coinvolgente ed emozionante.

Fabrizio Moro

Undici anni dopo l’uscita de Il senso di ogni cosa, Fabrizio Moro la celebra con una versione inedita. Intensa, struggente e intima: colpisce dritto al cuore. Attraverso la melodia del pianoforte e il suo timbro di voce graffiato, il cantautore fa un regalo ai suoi fan.

Un messaggio di speranza dopo il lockdown. Un periodo, quello appena conclusosi, che gli ha permesso di capire «il senso di ogni cosa». Lui, con il suo pianoforte e l’affetto dei fan. Un invito a rimanere liberi nonostante tutto, a volersi bene nonostante tutto e a scorgere il bello della vita sempre e comunque, qualsiasi cosa accada.

LEGGI ANCHE: Gianmarco Tognazzi racconta il suo dramma: “Ho rischiato di morire”

Malinconie e paure che lasciano spazio alla condivisione. La condivisione di un momento unico con chi si ama. A distanza o di persona, è comunque amore. «L’amore è una cosa semplice», direbbe Tiziano Ferro. Ed è questo il senso che traspare in ogni immagine del video. Una presa di coscienza, un grado di maturità al quale Fabrizio Moro è arrivato dopo la nascita del suo primogenito, Libero (per l’appunto).

«Stare dall’altra parte della macchina da presa è da sempre stato il mio sogno. I video dei ragazzi si fondono con il mio playback, registrato di notte, in un stanza bianca, asettica. Ho scelto questa ambientazione perché le nostre vite, in questo momento in cui siamo costretti a rimanere a casa, sono esattamente così»: ha rivelato il cantautore.

E ancora: «Nel videoclip, le luci entrano a intermittenza da fuori, si aprono e si chiudono, come una sirena accesa, come se stesse accadendo qualcosa… Quasi come se il mondo fosse in pericolo».
Il senso di ogni cosa è il primo singolo di un nuovo progetto artistico che raccoglie le canzoni d’amore più belle e che dovrebbe uscire dopo l’estate.

Ancora una volta, Fabrizio Moro è riuscito ad arrivare nel profondo dell’anima di ognuno di noi. Un’anima un po’ fragile che ha bisogno di rinascere. E quale modo migliore, se non facendosi cullare dalle note di una sua canzone.

LEGGI ANCHE: Covid-19: da un laboratorio cinese una cura senza il vaccino?