Immigrato irregolare tenta di violentare l’autista di un autobus: salvata da un pensionato e da una bambina

È accaduto a Vicenza. Il nigeriano aveva già aggredito due poliziotti qualche giorno fa.

Un uomo di 31 anni, nigeriano e irregolare in Italia, ha tentato di violentare l’autista donna di un mezzo pubblico ma è stato messo in fuga da un pensionato.

L’allarme, poi, è stato lanciato da una bambina di 10 anni che ha chiamato le forze dell’ordine con il telefono della nonna.

È accaduto a Vicenza.

Gli agenti hanno bloccato Isaiah Ogboe servendosi dello spray urticante.

Come si è appreso dall’Ansa, alcuni giorni fa lo straniero aveva aggredito due agenti della Polizia Ferroviaria dopo essere stato trovato su un treno senza biglietto.

Il nigeriano dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L’autista, dipendentente della SVT, stava per ripartire all guida del mezzo dopo una breve sosta, quando è stata aggredita dal 31enne che ha tentato di violentarla, mettendosi a cavalcioni su di lei e cercando di sfilarle i pantaloni.

Le urla delle donne sono state udite da un passante, un pensionato di 72 anni, che ha affrontato il nigeriano e lo ha costretto alla fuga, riuscendolo anche a fotografare con lo smartphone.

Il nigeriano era entrato in Italia nel 2016 e aveva ottenuto il permesso provvisorio come richiedente asilo ma la sua istanza era stata rigettata.

Il ministro Matteo Salvini ha così commentato il fatto: “Grazie al decreto sicurezza questo infame può essere espulso e rimandato a casa sua. Non abbiamo bisogno di stupratori e scippatori”.

Il sindaco leghista di Venezia, Francesco Rucco, “sconcertato di fronte al gravissimo episodio“, si auspica “una condanna esemplare per una persona che ha dimostrato il più totale disprezzo verso le donne, prima ancora che verso la legge“.

Leggi anche: a Roma un’autista ha lanciato l’autobus contro un pedone, il video.