Immigrazione clandestina, perquisita nave di Save The Children

Perquisita la nave Vos Hestia della ONG Save The Children, ormeggiata al Porto di Catania, impegnata nei salvataggi dei migranti nel Mediterraneo.

Il provvedimento rientra nell’inchiesta della Procura di Trapani sul ruolo delle ONG nel Mediterraneo.

Oggetto dell’indagine è il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, lo stesso fascicolo che, ad agosto, ha condotto al sequestro della nave Iuventa della ONG tedesca Iugend Rettet, ancora sotto sigillo al porto di Trapani.

Tra gli indagati risulta Marco Amato, comandante della Vos Hestia, a cui è stato inviato un avviso di proroga delle indagini.

Nei mesi scorsi, a bordo, ha operato un agente sotto copertura.

LA REAZIONE DI SAVE THE CHILDREN

In una nota la ONG ha chiarito che la perquisizione sulla nave Vos Hestia “è relativa alla ricerca di materiali per reati che, allo stato attuale, non riguardano Save the Children“.

La documentazione oggetto della ricerca “è relativa a presunte condotte illecite commesse da terze persone”, ha aggiunto Save The Children.

L’ONG, infine, ha comunicato di avere sospeso le operazioni di soccorso in mare “come già pianfificato per la riduzione dei flussi“.