Immune chi ha avuto il coronavirus, l’esperto americano non ha dubbi

Le parole di Anthony Fauci, il virologo della task force della Casa Bianca.

È «un assunto ragionevole» ritenere che chi ha contratto il coronavirus e ha sviluppato gli anticorpi sia immune ma non è al momento dimostrabile.

Così il super virologo della task force della Casa Bianca, Anthony Fauci, rimarcando l’importanza di «essere umili e modesti perché non si sa tutto» sul Covid-19. Nella Corea del Sud, ad esempio, alcuni contagiati che erano guariti hanno avuto ricadute.

Fauci ha anche spiegato che gli Stati Uniti d’America hanno una quantità di test sufficienti e la capacità di condurne un numero adeguato per pensare a una riapertura graduale delle attività nei vari Stati colpiti dal Covid-19. «Avremo abbastanza test per permetterci di condurre il Paese in sicurezza attraverso la Fase Uno», ha detto Fauci facendo riferimento a un processo in tre fasi finalizzato alla riapertura del Paese presentato dalla Casa Bianca.

Foti di Alex Wong/Getty Images.

LEGGI ANCHE: 80enne piange solo su una panchina: non mangiava da 3 giorni.

Fauci, infine, ha respinto la teoria secondo cui il Covid-19 possa essere stato creato in un laboratorio cinese.

«Un gruppo molto qualificato di virologi dell’evoluzione ha osservato le sequenze nei pipistrelli mentre si evolvono. Le mutazioni compiute per arrivare al punto in cui siamo ora sono completamente coerenti con un salto di specie, dall’animale all’uomo», ha aggiunto.

L’ipotesi che il coronavirus sia stato creato appositamente in un laboratorio come arma batteriologica circola già da alcuni mesi; a marzo uno studio guidato da Kristian Andersen dello Scripps Research Institute in California, aveva negato che fosse «plausibile» un simile scenario legato a un laboratorio. Le analisi dimostravano che il Covid-19 «non e’ un virus deliberatamente manipolato», aveva affermato.

Infine, gli Stati Uniti hanno superato i 700.000 casi confermati di coronavirus. Si apprende dal report della Johns Hopkins University. In Usa si registra il maggior numero di contagi e di decessi al mondo: 700.282 i casi, 36.773 le morti (+3.856 nelle ultime 24 ore).

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia, 575 morti nelle ultime 24 ore.