In Cambogia 61 cani sono stati salvati dalla macellazione

61 cani sono stati salvati dalla macellazione. Lo racconta People.com.

Il 21 febbraio scroso un minivan che trasportava 61 cani in sei piccole gabbie è stato intercettato mentre si recava in un macello a Kampong Cham, in Cambogia. Il veicolo è stato fermato dal Dipartimento provinciale dell’agricoltura in collaborazione con il commissario provinciale della polizia, secondo un comunicato di FOUR PAWS.

Si tratta del promo blocco dopo che il governo della provinca di Siem Rap ha vietato il consumo e la macellazione di carne di cani nel luglio 2020. Oltre al sequestro dei cani, le autorità hanno anche l’arrestato l’autista del furgone.

Dopo essere stati tirati fuori dal furgone, i cani sono stati portati in un’area dove hanno potuto camminare e correre liberamente. Gli animali sono adesso sotto la cura delle associazioni animaliste che operano sul territorio.

Una squadra di veterinari sta anche lavorando con il Dipartimento provinciale dell’agricoltura di Siem Reap per vaccinare tutti i 61 cani: il gruppo comprende cani randagi e animali domestici rubati.

Katherine Polak, veterinario e capo di FOUR PAWS, ha affermato: “La maggior parte di loro sono cani giovani e hanno mostrato segni di forte esaurimento da calore e disidratazione. Non è chiaro per quanto tempo questi cani siano rimasti nel furgone o in un’area di sosta prima di essere caricati sul veicolo. Tutti erano molto affamati. Ci prenderemo prima cura di loro, poi saranno pronti per le adozioni”.

LEGGI ANCHE: Grecia, la macellazione dei cavalli diventa illegale.