In Olanda c’è una città dove non esistono le strade: è la Venezia del Nord

Si chiama Giethoorn e ricorda la città italiana per via dei suoi ponti, canali e perché sono bandite le auto. FOTO e VIDEO.

Quando si pianifica una città, tra le cose più importanti da progettare ci sono le strade.

Sin dall’inizio della società civile, infatti, le strade differenziano un insediamento permanente da uno temporaneo.

In Olanda, però, c’è una piccola città che fa eccezione.

Sì, perché a Giethoorn non ci sono strade!

Lì vivono 2.600 persone immersi in un ambiente idilliaco, diventato un’attrazione turistica molto popolare.

Chi ha visitato Giethoorm, infatti, è rimasto affascinato dai canali boemi, dai ponti di legno e dai fiori dai colori vivaci.

Per non parlare, poi, delle case meravigliose che, dopo 200 anni dalla costruzione, sono ancora in ottima forma.

Il primo insediamento umano a Giethoorn avvenne nel 1230, ovvero quando lì decise di vivere un gruppo di coloni provenienti dal Mediterraneo.

Il nome Giethoorn significa letteralmente “corna di capra” ed è stato scelto come il nome del villaggio dai primi abitanti perché lì trovarono centinaia di corna di capra nella palude.

Oggi le corne di capra non ci sono più ma la vegetazione attuale è da favola.

Per via dell’assenza delle strade, dell’uso dei canali per spostarsi e dei ponti, il villaggio di Giethoorn è anche chiamato “la Venezia del Nord” o la “piccola Venezia“.

A Giethoorn sono bandite le auto, mentre solo ultimamente la popolazione ha deciso di accettare le biciclette dei turisti.

Scoprite la magia di questo posto guardando questo video:

Leggi anche: Bambini, ecco tutti i nomi vietati dalla legge.