Incendio nel reparto Covid, 10 morti in ospedale: erano tutti positivi al coronavirus

È successo in Romania.

Dieci persone sono morte a causa di un incendio divampato ieri sera, sabato 14 novembre, nell’ospedale di Piatra Neamt, in Romania.

Stando a quanto riportato dai media locali, il rogo è scoppiato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale e le vittime sarebbero tutte persone affette da Covid-19. Sette persone sarebbero gravemente ferite.

Il ministro della Salute romeno, Nelu Tataru, ha affermato che i sei pazienti feriti e sopravvissuti saranno trasferiti nell’ospedale per il trattamento di pazienti Covid-19 di casi. Il medico rimasto ferito nell’incendio sarà, invece, trasferito all’ospedale di Bucarest.

Il ministro Tarau ha affermato: «Con la futura legislazione, tutti gli ospedali pubblici saranno coordinati dal ministero della Salute». Inoltre, l’incendio all’ospedale è stato «molto probabilmente innescato da un cortocircuito».

L’ufficio del procuratore nazionale rumeno ha poi dichiarato che indagherà sull’incendio come possibile caso di omicidio colposo.

Papa Francesco, dopo l’Angelus della domenica, ha affermato: «Ieri in una struttura ospedaliera in Romania, dove erano ricoverati dei pazienti affetti da Coronavirus, è scoppiato un incendio che ha provocato alcune vittime. Esprimo la mia vicinanza e prego per loro, preghiamo per loro».

VIDEO:

LEGGI ANCHE: Negazionista prende a calci un’ambulanza: “Fate terrorismo”