Incidente tra moto e auto blu contromano. A bordo c’era il governatore De Luca

Siamo l’unico Paese al mondo nel quale un banale incidente stradale può diventare oggetto di sciacallaggio politico. Un abbraccio a Sara che è tornata regolarmente a casa senza problemi. Un rinnovato abbraccio al papà e alla mamma, persone civilissime con cui ci siamo sentiti ieri“.

Così, sulla propria pagina Facebook, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a proposito delle polemiche scaturite dopo l’incidente avvenuto venerdì scorso, a Salerno, tra l’auto in cui si trovava a bordo il politico (che procedeva in contromano) e un motorino con a bordo di una donna. Quest’ultima è caduta ed è stato necessario il soccorso in ospedale: ha avuto ferite che guariranno in cinque giorni.

Foto dell'incidente
Foto dell’incidente

L’auto di De Luca, però, poteva procedere in contromano, per via di una legge che lo consente ai mezzi della Polizia.

Lo stesso Presidente della Regione Campania ha affermato che “quanto al ‘controsenso’, non c’entra nulla.  L’auto di servizio si è immessa sulla strada principale impegnandola senza che il conducente si accorgesse del motorino proveniente da destra. In quella stradina tra cinque palazzi è indicato sulla segnaletica il doppio senso di circolazione per le forze di polizia. L’autista alla guida, agente della polizia locale, non ha infranto alcuna legge.  Ma tant’è.  Rimango convinto che lo sciacallaggio offende chi lo pratica, non chi lo subisce“.

Infatti, l’autista che guida il mezzo su cui viaggia De Luca è un ex vigile urbano, passato alle dipendenze della Regione.