Incidenti a Ciao Darwin’ sotto accusa la piscina

L’attenzione della Procura si è spostata sulla piscina, forse l’acqua non era sufficiente per evitare che i concorrenti si facessero male.

Continuano le indagini della Procura di Roma sugli incidenti che hanno visto coinvolti due concorrenti della nota trasmissione ‘Ciao Darwin’ condotta da Paolo Bonolis.

Lo scorso aprile, durante le registrazioni, si sono verificati due incidenti durante il gioco del genodrome: Deborah Bianchi, personal trainer di Roma che nella puntata ‘Chic’ contro ‘Shock’ si è fratturata una caviglia, e il 54enne Gabriele Marchetti che caduto dai rulli ha riportato una lesione al midollo rischiando la paralisi e finendo addirittura in terapia intensiva. E difatti è stata propria la denuncia partita dalla famiglia di quest’ultimo che ha portato la Procura ad indagare.

Sotto la lente di ingrandimento degli investigatori dapprima sono finiti i rulli, ma pare che non fossero quelli il problema. Oggi, infatti, ad essere attenzionata è la piscina. In particolare si sta cercando di capire se ci siano state delle irregolarità circa la quantità di acqua contenuta. Un livello troppo basso potrebbe non essere stato sufficiente ad evitare che i concorrenti si facessero male.

Nell’indagine condotta dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia al momento non ci sono ancora indagati, ma c’è comunque un fascicolo aperto per lesioni colpose, anche se i partecipanti al gioco firmano una liberatoria per eventuali incidenti durante il gioco. Incidenti che però non contemplano il rischio per la propria salute o addirittura la vita.

Leggi anche: Pamela Prati, parla l’ex agente: “Andava al Bingo”.