Incinta muore di coronavirus, le avevano organizzato una festa a sorpresa

È successo in Brasile, la donna aveva 31 anni

Un’insegnante incinta è morta di coronavirus tre giorni dopo aver partecipato a un baby shower (festa per dare il benvenuto a un nascituro) a sorpresa organizzato dai colleghi.

Come la maggior parte delle donne incinte, Camila Graciano, 31 anni, brasiliana, era stata sempre molto cauta durante la pandemia e ha fatto molta attenzione a non stare lontano da casa e a uscire solo quando era necessario.

Tuttavia, i colleghi della sig.ra Graciano volevano celebrare la nascita imminente e, sebbene felicissima per l’evento a sorpresa, la donna ha contratto il Covid-19 da uno degli amici che hanno partecipato alla festa.

Il collega non sapeva di essere positivo al virus perché era asintomatico. La donna, incinta all’8° mese, è morta, scioccando familiari e amici.

LEGGI ANCHE: Covid-19, perché i casi aumentano ma non la mortalità?

Il fratello, Daniel Helio Ambrosio, ha raccontato che che poco dopo l’amico ha cominciato a sentirsi male e ha avvertito tutti i partecipanti alla festa.

La signora Graciano è stata portata d’urgenza in ospedale ma la sua famiglia ha faticato a trovarle un letto libero perché tutti i letti di terapia intensiva della città erano occupati.

«Stavamo pensando di portarla a Goiania o a Brasilia. Abbiamo molti amici che abbiamo mobilitato per ottenere un letto in terapia intensiva per Camila e alla fine ne abbiamo ottenuto uno al Santa Casa», un ospedale.

Mercoledì scorso, l’insegnante 31enne è stata ricoverata nel reparto di maternità per le gravidanze ad alto rischio, che dispone di posti letto appositamente riservati alle donne con il Covid-19. I medici sono riusciti a salvare il bambino dopo avere indotto il parto e il piccolo è in buone condizioni di salute.

LEGGI ANCHE: Dwayne The Rock Johnson è positivo al coronavirus (e anche la moglie e i figli)