Influenza e vaccino, l’importante circolare del Ministero della Salute

Cosa si legge nella circolare sulle raccomandazioni per la stagione influenzale 2020-2021.

«Nella prossima stagione influenzale 2020/2021 non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e Sars-CoV-2. Pertanto, si rende necessario ribadire l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nei soggetti ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra Covid-19 e influenza. Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al Pronto soccorso».

Questo si legge nella circolare del Ministero della Salute sulle raccomandazioni per la stagione influenzale 2020-2021.

Inoltre, agli «esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti, e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza, la vaccinazione» anti-influenza «è fortemente raccomandata, nella prospettiva di una iniziativa legislativa che la renda obbligatoria».

vaccinazione

Altra novità: vaccinazione antinfluenzale gratuita a partire dai 60 anni e per i bambini da 6 mesi a 6 anni. La gratuità per gli anziani, che passa dai 65 ai 60 anni, è già prevista nel testo della circolare elaborata dalla Direzione generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, e appena pubblicata. Mentre per quanto riguarda i bambini si parla, al momento, di vaccinazione «raccomandata». Ma a quanto si apprende da fonti del ministero, si sta lavorando per la gratuità, data per certa, anche in questa fascia di età che alcune Regioni già contemplano.

Infine, «vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di Sars-CoV-2, si raccomanda di anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre» e di «offrire la vaccinazione ai soggetti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione», si legge nella circolare.

LEGGI ANCHE: Lido rimanda a casa donna con la febbre.