Intossicazione da monossido di carbonio, 3 morti e 3 feriti

ambulanza

Tragedia a Ferrara di Monte Baldo, in provincia di Verona, in località Ca’ di Sotto.

Due giovani sono deceduti e altre due persone sono rimaste intossicate dal monossido di carbonio.

A provocare l’incidente domestico un braciere utilizzato per riscaldare l’abitazione, usato dai quattro giovani.

Le vittime, due giovani originari di Vicenza, avrebbero un’età compresa tra i 20 e i 25 anni.

Come si apprende da FanPage.it, i 4 giovani stavano trascorrendo qualche giorno di vacanza nella casa del Veronese.

Intossicate due ragazze, soccorse dal personale del 118 e condotte, a bordo dell’elicottoero, all’ospedale.

Le due non sarebbero in gravi condizioni.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con il distaccamento di Bardolino e i carabinieri di Caprino.

Sempre ieri sempre il monossido di carbonio ha ucciso a Ventimiglia il 77enne Alberto Vellano, originario di Torino. La moglie, Patrizia Biamonti di 69 anni, è stata trasferita in camera iperbarica a Genova. Con la coppia c’era anche un cane, rinvenuto moribondo da alcuni amici di famiglia.