Irma devasta i Caraibi: morte e devastazione. In allarme la Florida

Uragano Irma

Irma – uno dei più potenti uragani mai registrati nell’Atlantico – ha devastato i Caraibi e ora potrebbe colpire anche la Florida.

Con venti che hanno sfiorato i 300 km/h, l’uragano ha toccato terra a Barbuda, dov’è morto un bambino di 2 anni (ucciso mentre la famiglia tentava di fuggire) e dove il 95% delle case è stato distrutto. Circa 1.400 gli abitanti rimasti senza un tetto.

Sei morti, invece, sono stati registrati a Saint Martin.

L’ONU ha stimato che l’impatto di Irma potrebbe riguardare 37 milioni di persone.

A Barbuda, secondo la Croce Rossa, c’è stato uno sfacelo “senza precedenti“.

L’uragano, poi, ha mandato in black out gran parte di Puerto Rico: le autorità stanno lottando per avere aiuto nei confronti delle piccole isole dei Caraibi devastate dall’uragano

Irma, inoltre, non è da sola. Per la prima volta in 7 anni, si sono formati nell’Atlantico altri due uragani: Jose e Katia.

Il presidente degli USA, Donald Trump, ha avviato una serie di telefonate con i governatori degli stati dove è atteso l’uragano, Puerto Rico, Florida e Isole Vergini.

VIDEO: