Keanu Reeves ‘beccato’ da un autovelox in Italia

Questa volta non si tratta del flash dei fotografi sul red carpet. Questa volta si tratta di uno scatto molto più impietoso di quello dei paparazzi perché non può ‘rimediare’ con alcun ‘ritocchino’.

Questa volta il flash è stato quello dell’autovelox. E si sa, l’autovelox democraticamente non risparmia nessuno. Neppure una star hollywoodiana come Keanu Reeves.

Il bell’attore di origini libanesi è stato ‘immortalato’ nelle Marche a cavallo di una moto Vyrus (casa motociclistica italiana che costruisce motociclette artigianali con sede a Cerasolo) noleggiata presso una ditta di Coriano.

Reeves, appassionato delle due ruote ed estimatore di modelli vintage e artigianali, circa un mese e mezzo fa ha deciso di fare un giro in sella con alcuni amici nel territorio di Monte Cerignone, piccolo comune della provincia di Pesaro e Urbino.

L’autovelox lo ha ‘beccato’ lungo la strada provinciale 2 dove l’attore è stato sorpreso a superare di circa una ventina di chilometri il limite orario di 50.

La notizia è balzata agli onori della cronaca solo ora grazie alla notifica di quella multa arrivata, ovviamente, alla ditta di Coriano proprietaria della due ruote noleggiata da Reeves.

Neanche a dirlo, i 135 euro sono stati pagati dall’azienda che, come prassi vuole, ha dovuto comunque dichiarare le generalità di chi era alla guida al momento dello scatto.

L’autovelox non risparmia proprio nessuno.