Kim Jong Un vieta il sesso tra adolescenti: “Devianza immorale”

La decisione arriva dopo un controllo tra gli alunni di una scuola superiore.

Kim-Jong-Un
Kim Jong-un, dittatore nordcoreano

Kim Jong Un vieta il sesso tra adolescenti. I rapporti sessuali tra i giovani infatti sono stati condannati completamente. «Molti sono promiscui, si scambiano video impuri»: ha dichiarato il dittatore nordcoreano.

Gli impulsi ormonali vengono considerati un «influsso decadente del capitalismo», che va sorvegliato e punito. La notizia, riportata da due fonti anonime a Radio Free Asia (una realtà no profit finanziata dal governo Usa), è stata diffusa per portare alla luce come il Comitato centrale abbia registrato una crescente «devianza sessuale immorale e sovversiva» tra i teenager.

giovani studenti in Nord Corea
Giovani studenti in Nord Corea

LEGGI ANCHE: Brasile, dichiarazione shock di Jair Bolsonaro: “Mi dispiace, ma moriremo tutti”

Da questo assunto è partita una direttiva per punire non solo i giovani, ma anche gli educatori e i genitori che non vigilano sulla «buona condotta» dei ragazzi. Il tutto è nato da un’ispezione tra gli studenti di una scuola superiore di Sinuiju da parte dell’organizzazione giovanile del Partito.

«Alcuni dei ragazzi e delle ragazze escono con delinquenti, vivono in maniera promiscua e praticano la prostituzione»: afferma la fonte. Tutta colpa del «materiale che si scambiano sui dispositivi mobili».

Come in tutti i regimi, anche in Corea del Nord si è sviluppata un’economia sommersa che trova il modo di eludere i divieti imposti dall’alto. È arrivato del materiale non filtrato dalla propaganda di Stato. Film e serie tv, dvd e chiavette usb che entrano illegalmente nel Paese e diffuse. Allora Kim Jong Un vieta il sesso tra gli adolescenti.

LEGGI ANCHE: George Floyd: Derek Chauvin non era il solo a stargli di sopra (VIDEO)

A raccontare questo mondo sconosciuto è Jangmadang Generation, un documentario prodotto dall’Ong canadese Liberty in North Korea. Mostra un volto inedito di una delle nazioni più oppresse del pianeta.

«Siccome i ragazzi non vanno a scuola e sono costretti a stare in casa, si approcciano con curiosità ai contenuti impuri e se li passano tra di loro. Per questo c’è un numero crescente di comportamenti immorali»: spiega la seconda fonte a Radio Free Asia.

Il punto però è anche capire che cosa intendano le autorità nordcoreane con «contenuti impuri» e «comportamenti immorali». Quello che per noi occidentali è assolutamente normale, ancora in determinate aree del mondo è proibito.

LEGGI ANCHE: Lo strano caso della bambina nata con due bocche.