La comprano per 50mila euro e la costringono a rubare. Arrestati due rom

Sono stati 6 anni terribili, ma per fortuna ora potrà cominciare una nuova vita all’insegna della normalità.

Tutto è cominciato quando aveva 16 anni. Lei, una ragazza rom, neanche maggiorenne è stata venduta per 50mila euro ad alcuni connazionali residenti a Firenze.

Una volta arrivata nella nuova famiglia, è stata costretta a sposarsi con un giovane di poco più grande di lei dal quale ha avuto due bambini che oggi hanno uno e cinque anni. Ma non solo. È stata obbligata a mendicare e a rubare per portare soldi a casa.

Dopo sei anni, però, la giovane (che oggi ha 22 anni) ha deciso di dire basta a quella vita fatta anche di violenza fisica da parte di suocera e marito che, secondo il suo racconto, la picchiavano ogni volta che non portava abbastanza soldi.

La ragazza ha denunciato i suoi aguzzini che, interrogati dagli inquirenti, hanno ribaltato la situazione. Hanno, infatti, dichiarato di aver tentato più volte di rimandare la ragazza dalla famiglia di origine proprio perché rubava e chiedeva l’elemosina.

Il caso è delicato e le indagini sono ancora in corso per appurare la verità. Nel frattempo la 22enne con i figli è stata portata in una comunità protetta, mentre suocera e marito sono agli arresti domiciliari perché non c’è stata la flagranza di reato.