La madre la considera brutta, si sottopone a 300 interventi di chirurgia plastica

La storia della 39enne Tsubaki Tomomi che sta spendendo una fortuna in operazioni.

I genitori hanno spesso un ruolo cruciale nella percezione che i figli hanno di sé. Molti, infatti, cercano di convincere i propri figli che sono belli e che non hanno motivo di soffrire di complessi o di ansia.

Tuttavia, alcune mamme e papà sono in grado – purtroppo – di minare e persino di distorcere seriamente l’autostima di un bambino.

La 39enne Tsubaki Tomomi, giapponese, è diventata famosa nel suo paese d’origine perché si è sottoposta a più di 300 procedure di chirurgia plastica per la somma di 280mila dollari, ovvero quasi 250mila euro.

Tutto ciò è conseguenza del trauma psicologico che ha avuto nella sua infanzia. Stando a quanto dichiarato dalla stessa donna, infatti, la madre non è mai stata contenta del suo aspetto e la criticava spesso, anche in presenza di estranei.

Di conseguenza, dopo un po’ di tempo, Tsubaki ha cominciato a credere che il suo aspetto fosse terribile e, una volta compiuti i 18 anni, si è sottoposta al suo primo intervento di chirurgia plastica.

Da allora, Tsubaki si è sottoposta a centinaia di operazioni, tra cui la correzione di mascella, occhi e naso; aumento del seno; lifting; e molti altri per più di 21 anni.

Oggi, la donna è una delle hostess più richieste in Giappone. Inoltre, sta tentando la fortuna anche nel settore della moda e continua a spendere la maggior parte dei suoi guadagni in chirurgia plastica.

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

Leggi anche: a Treviso un bar offre drink in relazione alla dimensione del reggiseno.