La Pupa e il Secchione e viceversa torna in TV: ecco chi condurrà lo show

Lo show andrà in onda da gennaio su Italiauno.

Ebbene sì, in casa Mediaset si starebbe pensando di riproporre uno dei programmi cult del primo decennio Duemila. Parliamo di La Pupa e il Secchione, che andò in onda per due diverse edizioni a distanza di quattro anni, una prima volta nel 2006 e una seconda nel 2010. Entrambe furono condotte da Enrico Papi, e suscitarono parecchie discussioni in merito alla loro autenticità.

Le ‘Pupe’ ci erano o ci facevano? La risposta, in questi casi, è una sola. Trattandosi di tv, tutto accade sempre in nome dello spettacolo. Ad ogni modo, se la trasmissione verrà riproposta il prossimo anno, chi saranno i concorrenti e chi invece i conduttori?

Anzitutto il programma si chiamerà La Pupa e il Secchione e Viceversa e tornerà su Italia 1, ma l’edizione è già stata registrata nel mese di settembre. Lo storico format sarà di nuovo in onda ma, come si legge già dal titolo, mostrerà qualche modifica. Il “viceversa”, infatti, indica che ci saranno coppie formate da pupi (uomini) e da secchione (donne).

LEGGI ANCHE: Quanto costa mangiare al ristorante di Roberto Valbuzzi?

Al timone dello show, Paolo Ruffini, conduttore televisivo, attore, comico, regista e scrittore italiano. Anche in questa occasione non sarà da solo. A condurre il programma con lui ci sarà qualcuno: un volto ancora top secret la cui identità non è stata ancora svelata.

In giuria invece due grandi novità. La neo coppia – televisivamente parlando – formata da Vittorio Sgarbi e Aldo Busi sono pronti con la loro puntigliosa ironia a commentare lo show e dare i voti ai concorrenti. Saranno affiancati da Valeria Marini.

Intanto emerge una brutta storia proveniente da una delle concorrenti delle passate edizioni.

LEGGI ANCHE: L’ultimo desiderio di Nonno Norbert: una birra prima di morire.

Nora Amile.

Vi ricordate di Nora Amile, de La Pupa e il Secchione? Nel celebre format Mediaset, appunto, impersonava una Pupa. Un ruolo che però ha finito col tormentarla. Tanto da aver provato a togliersi la vita: «Tra le pupe avevo il ruolo della svampita, ma in realtà non sono così. Ho avuto una crisi d’identità, volevo suicidarmi», ha affermato la showgirl, che partecipò alla prima edizione de La pupa e il secchione condotta da Enrico Papi e Federica Panicucci.

Spiega inoltre di essere molto differente da quel personaggio che le era stato cucito addosso: «Ho un diploma da attrice e ho studiato con il metodo Stanislavskij – rimarca con orgoglio -. Parlo quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e arabo. E sono una donna abbastanza colta».

Però, come detto, dopo il programma il crollo emotivo che nel 2011 la spinse a un passo dal gesto estremo: «Ho avuto una crisi d’identità e volevo suicidarmi. Tutti mi associavano solo ed esclusivamente alla pupa e ho tentato il suicidio», spiega. Per fortuna, non è riuscita a togliersi la vita: «Quando sono venuti in soccorso mi hanno portato in una clinica psichiatrica, perché pensavano che avessi perso la testa totalmente e hanno iniziato a curarmi. Per fortuna, anche in quel caso ho reagito bene e ho dimostrato di non essere pazza, ma solo depressa».

Promo:

Leggi anche: Cosa succede al nostro corpo se mangiamo ogni giorno i pistacchi.