La Stampa: “Bufera Milan, inchiesta sulla vendita”. “Nuova tegola su Berlusconi”

Bufera Milan, inchiesta sulla vendita“.

Così titola stamattina La Stampa di Torino, dando notizia di un’inchiesta che ipotizza una cessione della società a prezzo gonfiato e il successivo rientro di una “cifra sostanziosa“.

Reato ipotizzato: riciclaggio.

Per il quotidiano si tratta di una “nuova tegola giudiziaria sulla campagna di Berlusconi“.

Lo stesso si legge sul Secolo XIX.

La società rossonera – ricordiamo – è passata ad aprile 2017 dalle mani del leader di Forza Italia all’imprenditore cinese Yonghong Li.

Stando ai quotidiani, la Procura di Milano avrebbe avviato l’indagine dopo aver constatato che la vendita del Milan era avvenuta ad un prezzo di almeno 300 milioni di euro (su 720) superiore al reale valore della società.

Perciò, erano partite una serie di verifiche per accertare il percorso dei flussi finanziari.

Infine, “in gran segreto, nei giorni scorsi, i pm – scrive La Stampa – hanno avviato un’inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio“.

L’inchiesta è coordinata dal pm Fabio De Pasquale, già noto per avere indagato Berlusconi sulla vicenda della scalata ostile di Vivendi a Mediaset.