La storia d’amore speciale di Paola e Michele, nata sul balcone durante il lockdown

Oggi innamoratissimi, si sono visti per la prima volta lo scorso 17 marzo.

Torniamo indietro con la mente a un anno esatto fa. Parliamoci chiaro: nessuno avrebbe mai immaginato di vivere i mesi del lockdown, di avere le giornate scandite dalle sirene delle ambulanze e di attendere ogni giorno il terribile appuntamento con il bollettino della Protezione Civile.

I mesi iniziali del 2020 hanno stravolto le nostre certezze, hanno cambiato le priorità di ciascuno di noi e, in alcuni casi, ci hanno visti in preda allo sconforto. Per fortuna, la vita con la sua potenza e l’imprevedibilità della bellezza è andata avanti.

Lo sanno bene Paola Agnelli, avvocato, e Michele D’Alpaos, bancario. Fino al 17 marzo, erano due sconosciuti che vivevano uno di fronte all’altro a Verona. Quel giorno, a poco più di una settimana dall’inizio del lockdown, si sono conosciuti e la loro vita è cambiata per sempre.

Galeotto fu il balcone

Paola e Michele, la cui storia è stata ripresa nei giorni scorsi su Instagram dal Professor Guido Saraceni dopo essere stata raccontata anche nei mesi scorsi da diversi telegiornali, si sono visti per la prima volta il 17 marzo. Quel giorno, la sorella di Paola, durante uno dei flash mob musicali dai balconi, si era esibita al violino in We Are the Champions.

View this post on Instagram

Verona – Paola Agnelli e Michele D’Alpaos si sono visti per la prima volta a marzo, durante il lockdown, ciascuno si trovava sul balcone della propria abitazione. Pur vivendo a pochi metri di distanza l’uno dall’altra, non si erano mai incontrati prima di allora. Il 17 marzo, le note suonate al violino dalla sorella di Paola – vi ricordate i flash mob musicali? – attirarono l’attenzione di Michele. Così il loro sguardo si è incrociato per la prima volta e da allora è rimasto intrecciato. Dopo il lockdown si sono incontrati, si sono fidanzati e convoleranno presto a nozze. Trovo che questa storia sia molto bella, non solo perché quando si parla di amore, a Verona, è sempre una questione di balconi 🙂 ma soprattutto perché dimostra che la nostra attitudine verso la vita è in grado di superare qualsiasi ostacolo, privazione e difficoltà. Quando è l’amore a guidarci, possiamo trarre il bene dal male, trasformare le avversità in opportunità, incontrare l’anima gemella anche se ci troviamo reclusi dentro casa, a consumare il toner della stampante in autocertificazioni, in attesa che passi la tempesta. Teramo 24.9.2020 Tanti auguri, di cuore, a Paola e Michele. Omnia Vincit Amor ❤️ #guidosaraceni #dueminutidilucidità #omniavincitamor #amorvincitomnia #optimatemporacurrunt #amore #buonenotizie #auguri #vita #verona #lockdown #notizie #cronacarosa #news #italia #lockdownallitaliana

A post shared by Prof. Guido Saraceni (@prof.guidosaraceni) on

LEGGI ANCHE: Il cane sta sul balcone per troppe ore al giorno? Si rischia una multa fino a 500 euro

Come rivelato da Paola nel corso di un’intervista rilasciata al TGR Veneto lo scorso aprile, Michele ha cominciato a inviarle messaggi su Instagram. Lui, raccontando del loro primo incontro, ha affermato di averle detto: “Ci siamo detti talmente tante cose per messaggio che non ti saluto neanche, ti bacio direttamente”.

Da allora sono passati diversi mesi, Paola e Michele, la cui storia ha fatto il giro del mondo, sono innamoratissimi e, per il futuro, pensano al matrimonio. Non resta che fare loro i migliori auguri!

LEGGI ANCHE: Piscine private e restrizioni anti-Covid: quali regole rispettare?