La Turchia bombarda in Siria per colpire i curdi

Cresce la tensione in Medio Oriente tra Turchia e Siria.

L’aviazione turca ha bombardato le zone dell’enclave curda di Afrin, raggiunta dalle milizie fedeli al regime siriano in appoggio ai combattenti dell’YPG per respingere l’avanzata nemica.

Secondo la TV di Damasco, caccia turchi hanno preso di mira la strada e il valico usato dalle forze filo-siriane, di cui fanno parte anche stranieri addestrati in Iran.

I bombardamenti hanno costretto le milizie ad arretrare di una decina di chilometri.

Ankara ha minacciato di intervenire dopo l’intesa tra Assad e i miliziani curdi.

L’obiettivo turco è sradicare le milizie curde dell’YPG, unità di protezione popolare, definite “terroriste“.

Erdogan ha minacciato: “Nei prossimi giorni, rapidamente, metteremo l’assedio al centro di Afrin“.