Ladispoli: ladri disturbati dal cane lo massacrano di botte

È una triste storia quella che arriva da Ladispoli, in provincia di Roma.

Vittima un cagnolino colpevole di aver voluto difendere il proprio territorio. La disavventura risale a domenica.

Nel quartiere Cerreto alcuni malviventi hanno tentato di introdursi in un appartamento per rubare. Il loro intento criminale è stato, però, disturbato dal cane dei proprietari della casa, un meticcio.

L’animale, vedendo degli intrusi entrare nell’appartamento dove i suoi padroni non c’erano, ha iniziato ad abbaiare. Per difendere il proprio territorio li ha anche mordicchiati.

Sfortunatamente per lui, i ladri non hanno affatto gradito questa interferenza e hanno deciso di eliminare quello che era l’unico ostacolo alla buona riuscita del furto.

Hanno così letteralmente massacrato di botte il povero cane e poi sono fuggiti senza rubare nulla, forse disturbati da qualcosa o qualcuno.

Quando i padroni sono rientrati, insieme alla porta di casa spalancata, hanno trovato una scena terribile davanti ai loro occhi: il loro adorato meticcio era riverso a terra, si lamentava e non riusciva a muoversi. Subito la corsa dal veterinario che ha constatato che l’animale aveva gambe e bacino fratturati. Probabilmente non potrà più camminare.