Ladro entra in una casa e trova un corpo mummificato

La casa della 'mummia'.

A Venezia è stato scoperto il cadavere mummificato di un ex professore originario di Rimini e insegnante a Treviso e nella città lagunare.

Si tratta di un uomo pensionato cancellato dall’anagrafe nel 2013, quando non risultava più reperibile, di nome Lelio Braschetti.

Se oggi fosse vivo, avrebbe 74 anni.

È stato un vicino di casa a fare la macabra scoperta dopo che un ladro avrebbe tentato di rubare in casa lasciando poi la porta aperta, molto probabilmente sconvolto da ciò che ha visto.

L’appartamento dell’uomo era in stato di abbandono e al centro si trovava una brandina con il cadavere.

Sul corpo non sono state rinvenute tracce di violenza.

L’ex professore aveva una sorella che le forze dell’ordine stanno cercando per far luce sulla vicenda.