Lampedusa: 18enne tunisino, sbarcato da poco, ruba un portafogli e uno smartphone

Si tratta del secondo caso in pochi giorni. Gli isolani chiedono che i tunisini siano subito trasferiti.

A Bologna un carabiniere è stato sorpreso mentre rubava in un negozio

Un tunisino di 18 anni, sbarcato nei giorni scorsi a Lampedusa, è stato denunciato ieri – venerdì 30 agosto – per furto dai Carabinieri.

L’immigrato, stando all’accusa formalizzata dai militari, si sarebbe avvicinato ai locali pubblici e approfittando della confusione e dei momenti di distrazione, ha sottratto a un turista veneto il portafogli che conteneva 200 euro e, poi, in un altro locale ha rubato lo smartphone a un palermitano.

Come riportato dall’Ansa, i carabinieri lo hanno rintracciato mentre, di notte, era sulla strada per rientrare all’hotspot.

Nei giorni scorsi, sempre a Lampedusa, si era verificato un fatto simile: un tunisino aveva scippato il cellulare a una turista torinese.

Gli isolani protestano e chiedono che i tunisini vengano trasferiti subito dall’hotspot dell’isola.

Leggi anche: Chef Rubio e i pro e i contro di Lampedusa: “E’ anche l’isola della mafia e dei razzisti”.