Lara Comi: “Il mio stalker è tornato. Condiziona la mia vita ogni giorno”

Sembrava finito l’incubo di Lara Comi, l’eurodeputata di Forza Italia, dopo l’arresto per stalking nel settembre scorso di Giovanni Bernardini, imprenditore di Jesolo, candidato sindaco alle elezioni del 2012.

Invece, come raccontato al Corriere della Sera, “dai domiciliari, nonostante il divieto di importunarmi, ha ripreso a inondarmi di messaggi da un falso profilo Facebook a nome di Andrea Corsini“.

Le misure restrittive contro l’uomo, insomma, non sono bastate. Lo stalker continua a molestare la Comi a distanza e le ha perfino inviato una foto con una ricevuta d’acquisto delle fedi nuziali: “Ci sposiamo il 16 maggio a San Ruffino“.

Lo stalker arrestato

Inoltre, Bernardini le ha inviato anche delle foto di donne incinte per chiederle di fare un bambino insieme.

L’eurodeputata ha confessato che questa storiaccia “Condiziona ogni giorno la mia giornata da più di un anno. Ho dovuto cambiare casa, percorsi, abitudini”.

E di certo il pensiero va alla campagna elettorale per le Europee: “Avrò mille impegni in mezzo alla gente – ha detto la Comi – Non è mai stato aggressivo, ma nessuno può garantite che non lo diventi: invece di provare ad avvicinarmi con un anello di fidanzamento, come ha già fatto, potrebbe farlo con un coltello o una pistola. Nulla lo ferma“.